Regole in famiglia: come sopravvivere al lockdown

Posted on
regole in famiglia

Regole in famiglia: guida pratica per genitori alle prese con lockdown, quarantena e isolamento fiduciario.

Chi come noi ha bambini alla scuola dell’infanzia o alla scuola primaria, ha ancora il grande privilegio (almeno in Lombardia), di non usufruire della “adorata” DAD – didattica a distanza – in modo costante.

I nostri bimbi, seppur con nuove regole, possono beneficiare della didattica in presenza e la scuola è parte integrante della loro giornata. Ma per chi è genitore di ragazzi dai 12 anni in su la storia cambia: didattica a distanza e possibilità di fruire in presenza solo di laboratori.

Se a questo aggiungiamo le possibili quarantene fiduciarie (personalmente ne abbiamo fatte già due), lo scenario si complica e si necessita di un vero e proprio manuale di sopravvivenza, delle regole in famiglia da rispettare per non rischiare l’esaurimento. E lo dico con cognizione di causa! Io avendo due bambini piccoli posso raccontarvi la mia esperienza diretta.

regole in famiglia
Lavorare da casa con i bambini piccoli – Foto di Anrita1705 da Pixabay

Regole di convivenza in famiglia: per affrontare serenamente la chiusura forzata in casa

Durante il lockdown di marzo dello scorso anno, tutti siamo stati colti impreparati. Tuttavia, se vogliamo cogliere almeno un lato positivo, dopo 12 mesi un po’ di esperienza ne abbiamo fatta e qualche “trucco del mestiere” lo abbiamo imparato.

Ecco una mia personale lista di regole da rispettare in famiglia per uscirne indenni.

Mantenere la routine

Seppur il tempo scorre tutto uguale e ci sembra di non percepire il suo movimento, i bambini hanno bisogno di stabilità e proprio come si faceva quando erano neonati, è necessario mantenere le loro abitudini come l’orario della sveglia e della nanna per esempio.

Creare delle abitudini speciali

I miei figli impazziscono se ci inventiamo cene a tema che poi diventano abituali. Per dirne qualcuna la serata “Burger”, la serata “Pizza” o la serata Cinema con tanto di film e popcorn (grazie al cielo esistono Disney+, Netflix, Sky e company).

Alternarsi al lavoro

Non in tutti i contesti è semplice adottare questo metodo ma se possibile è una salvezza! Se mamma e papà si alternano al lavoro permetterà al bambino di avere sempre un riferimento e voi genitori non dovrete impazzire per portare a termine un lavoro, un progetto o altro.

Se abbiamo imparato qualcosa è che lo Smart-Working (quello che stiamo facendo ora non lo è, perdonatemi) in questa situazione elimina il confine lavoro-famiglia e personalmente non lo trovo molto salutare.

regole della famiglia
La difficoltà di lavorare da casa con i bambini durante il lockdown – Foto di Pexels da Pixabay

Impegnare il tempo

A seconda delle passioni dei vostri bambini, compatibilmente con la possibilità di non mettere a soqquadro tutta la casa, organizzate lavori creativi. Dal didò alla pittura per i più piccoli, dalla realizzazione di piccoli progetti che hanno a che fare con quello che stanno studiando a scuola. Per i bambini delle elementari ad esempio il papiro fai da te, la costruzione della cellula, inventare personaggi per i fumetti (Pinterest in questo la fa da padrone).

regole da rispettare in famiglia
Ottima idea proporre la pittura ai più piccoli – Foto di Aline Ponce da Pixabay

Un’altra attività che a casa nostra è andata per la maggiore è stato un viaggio tra gli artisti. Abbiamo scelto un artista (io adoro Frida Khalo e da lei sono partita), letto qualche informazione e cercato di riprodurre una sua opera. Tanti sono quelli che si prestano a far passare il tempo anche con diverse forme di coloriture e di forme. Da Kandinskij a Andy Warhol, da Mondrian a Leonardo da Vinci.

Non dimenticatevi poi il must del lockdown…la cucina. Come tanti poi dovrete dimenticare la bilancia, ma detto ciò è divertente e anche formativo (Vds coding) leggere insieme la ricetta e passo passo portarla a termine con i bambini.

E perché no creare un piccolo ricettario con tutte le ricette sperimentate in questo anno con relative foto. In fondo sarà un ricordo di come avrete affrontato insieme questo periodo.

Regole per stare bene in famiglia: il mio parere

Sicuramente queste mie semplici regole da rispettare a casa non vi svolteranno la vita e magari avete già provato tutto quello che è descritto sopra. Quindi è già un ottimo risultato. Per questo non sentivi in colpa se i vostri figli hanno guardato la TV mentre avevate da finire una riunione con il vostro capo. Oppure hanno giocato alla Play Station se dovevate portare a termine un progetto in scadenza. Avrete certamente, come sempre, fatto del vostro meglio.

Einstein disse: “Dalle difficoltà nascono le opportunità”.

Dopo quasi un anno è ora di intravedere le opportunità.  E se lo disse lui, crediamoci!

Alla prossima!

Ilaria

(testo di Ilaria, foto fonte Pixabay)

Ilaria classe 1979. Conosco Fabio, mio marito, dai tempi della scuola media ma ci siamo scoperti innamorati solo vent’anni fa. Dopo qualche anno di convivenza, nel 2008 abbiamo deciso di sposarci. Nel 2011 è nato il nostro primo figlio Nicolò e nel 2015 Emma. Entrambi impiegati, io nel settore bancario lui assicurativo. Insieme abbiamo sempre condiviso la passione per la cucina, per i libri e per l’arte.

Amiamo viaggiare e per questo, quando possibile cerchiamo di organizzare viaggi ed escursioni sempre in posti diversi. Nella rubrica “Vita da Mamma” affronterò argomenti e tematiche inerenti alla vita con i bambini.

0 Comments

Leave a comment

Your email address will not be published.