La storia dell’arte raccontata ai bambini: laboratorio per bambini a Monza

Posted on

Da sempre Fabio ed io siamo appassionati d’arte, vuoi per familiarità, avendo io il padre scultore, vuoi per passione e motivi di studio Fabio.

Per questo motivo abbiamo sempre cercato di avvicinare Nicolò ed Emma all’arte sin da piccoli, proprio per insegnare loro che non si tratta di una materia astratta e lontana, ma anzi fargli capire quanto l’arte sia parte della vita di tutti i giorni, proprio perché è l’espressione più autentica delle emozioni e delle esperienze della vita ordinaria.

La storia dell’arte raccontata ai bambini

L’artista, in fondo, vede con gli occhi trasparenti come quelli di un bambino ed esprime con altrettanta trasparenza il proprio stato d’animo. E’ una forma di espressione creativa e per i bambini potrebbe essere un canale di comunicazione oltre che di divertimento.

 

La storia dell’arte raccontata ai bambini – Caravaggio

 

Quale occasione migliore per proseguire il nostro viaggio alla scoperta nel mondo artistico della visita alla mostra “La Storia dell’arte raccontata ai bambini” ?

La storia dell’arte raccontata ai bambini – Il percorso

Ospitata nella meravigliosa  cornice della Villa Reale di Monza, “La Storia dell’arte raccontata ai bambini” è un’esposizione didattica che introduce i bambini all’arte, dalle sue origini, nell’era preistorica, ai giorni nostri, con artisti contemporanei.

Quest’esposizione didattica è un’evoluzione del progetto dell’Album “La mia Storia dell’arte”  ideato e curato da Artkids e pubblicato a puntate sul loro sito.

Se avete occasione di visitare il loro portale web, vi sarà ancora più chiara la finalità didattica di questo progetto. All’interno infatti troverete schede scaricabili relative a vari artisti, alle opere e ad attività ludiche per  i vostri bambini che traggono spunto dalle peculiarità di ogni artista proposto. Tra l’altro un ottimo passatempo per i bambini, ora che la scuola è finita.

La storia dell’arte raccontata ai bambini

 La mostra si sviluppa su 7 sale dedicate ai 7 artisti proposti (il “maestro” della grotta di Lascaux, Leonardo, Caravaggio, Monet, Van Gogh, Kandinskij, Warhol). Il vero plus di questa esposizione, e soprattutto quello che più catturerà l’attenzione dei vostri bambini,  sono le sale espositive multisensoriali.

All’interno delle sale ogni artista, sotto forma di cartone animato disegnato dall’illustratrice Sabrina Ferrero, in arte Burabacio,  racconta in un video la propria vita, la propria arte e  le proprie opere.

Alla fine di ogni video i bambini hanno la possibilità di rielaborare quanto appreso nel filmato, sperimentando con gli strumenti a propria disposizione il concetto di arte spiegato dall’artista.

La storia dell’arte raccontata ai bambini – Warhol

La particolarità sta nell’usare strumenti diversi per ogni artista, ma pur sempre collegato alla tipologia dell’opera proposta. Ad esempio lavagna e gessetti per riprodurre i graffiti dell’uomo preistorico, o i pastelli a cera per le pennellate impressioniste di Monet.

La storia dell’arte raccontata ai bambini – Monet

Un percorso che coinvolge i sensi e l’attenzione di ogni piccolo visitatore. Lo mette al centro di un viaggio sensoriale e lo rende attivo attraverso lo strumento più congeniale ai bambini: il gioco. I veri protagonisti sono proprio i nostri bambini!

La storia dell’arte raccontata ai bambini
La storia dell’arte raccontata ai bambini – Kandinskij

Come ogni viaggio che si rispetti, non possono mancare le foto con gli artisti, che potrete condividere sui social con l’hashtag #ilmioamicoartista, e un documento che attesti il viaggio, un passaporto da timbrare ad ogni sala e da completare con tutti i dati dei vostri bambini.

 

La storia dell’arte raccontata ai bambini – Kandinskij
La storia dell’arte raccontata ai bambini – Warhol

I biglietti vi consentiranno di visitare  anche il  Museum Design di Triennale Milano al Piano Belvedere

Museum Design di Triennale Milano al Piano Belvedere

Finita la mostra non ci siamo lasciati scappare quest’occasione e con i nostri due piccoli abbiamo visitato anche il terzo piano. La guida che ci ha accolto è stata bravissima nel tradurre in un linguaggio semplice e ludico tutte le opere esposte proponendo a Nicolò ed Emma una sorta di “caccia al tesoro” alla scoperta del primo personal computer, di un cactus e di un guanto da baseball. Insomma i bambini erano totalmente coinvolti seppur il contesto poteva apparire, a primo acchito, “di nicchia”.

 

INFORMAZIONI UTILI:

Come raggiungere la Villa reale di Monza

In auto

La Villa Reale è tranquillamente raggiungibile in auto. Ci sono numerosi parcheggi a pagamento adiacenti la Villa e il Parco, ma è possibile anche trovare parcheggio nelle vie limitrofe.

In treno

E’ possibile raggiungere Monza con il treno (sia Trenord che Tilo). Dalla Stazione la Villa è raggiungibile anche a piedi ma per chi volesse è disponibile anche la linea di bus  Z22 che porta direttamente alla Villa Reale .

Richiesta informazioni : info@reggiadimonza.it

 

La Storia dell’Arte raccontata ai bambini  – Orari e biglietti

 

Appartamenti Imperatori di Germania – Secondo Piano Nobile

Monza, Villa Reale  – Viale Brianza, 1

 

Inizialmente aperta fino al 2 luglio, ora prorogata fino all’8 gennaio 2018.


 Orari:

Da martedì a domenica: 10.00-19.00 Venerdì: 10.00-22.00
Lunedì Chiuso

Biglietti:

Intero € 8
Ridotto € 6 per gruppi di almeno 15 persone e apposite convenzioni e minori di 25 anni

Gratuito per minori di 6 anni, disabili e un accompagnatore.

E’ possibile  acquistare biglietti cumulativi per accedere al seguente percorso: Mostra Da Monet a Bacon. Capolavori della Johannesburg Art Gallery
+ percorso La storia dell’arte raccontata ai bambini + Cumulativo Corpo Centrale + Appartamenti Reali.

 

Ilaria ▪ viaggidamamme ▪

0 Comments

Leave a comment

Your email address will not be published.