Ode alla mamma imperfetta

Posted on

Ovvero come conquistarsi felicemente il titolo di Mamma Imperfetta.

Non so se è capitato anche a voi, ma prima di partorire mi sono informata su come si potesse diventare una mamma perfetta.

Gravidanza perfetta: non cambiare una virgola della tua vita e non ingrassare troppo.

Parto perfetto: parto naturale senza ricorso all’epidurale,  forse ai fiori di Bach.  Zero cesareo.

Ode alla mamma imperfetta
Ode alla mamma imperfetta

Allattamento perfetto: niente dolori da montata lattea.  Niente ragadi. Niente mastite. Niente di niente.

Resistenza alla mancanza di sonno: perfetta.

Nanna perfetta : il bambino che si addormenta da solo nel suo letto, un solo risveglio per  notte. Zero lettone.

Svezzamento perfetto: alimenti biologici  e certificati preparati al momento.

Poi ho partorito.

Premettendo che non ho avuto una gravidanza perfetta avendo rischiato il parto alla 30 esima settimana, ripercorro il precedente elenco.

Zero parto perfetto: sognavo il parto in acqua e ho dovuto subire un cesareo d’urgenza dopo 2 gg di attesa. Ho sofferto dopo, e molto, ma questo agli occhi del mondo mi fa guadagnare qualche punto😉

Allattamento perfetto? No! La montata lattea è stata dolorosa e attaccarlo al seno peggio. Non producevo molto latte per cui ero costretta a svegliare , e a svegliarmi,  ogni due ore, 24 ore su 24, per far mangiare il pupo. Neanche a Guatanamo😂😂

Resistenza alla MANCANZA di sonno: semplicemente…non ho resistito, mi sono arresa. Per tre mesi ho vissuto in un mondo parallelo del quale tutt’oggi ho ricordi vaghi.

Nanna perfetta:...No. Ancora oggi conto sulle dita delle mani le notti in cui ho dormito di filato. E non solo perché i miei figli si svegliano ancora, ma perché anche se non lo fanno il mio cervello si sveglia alle ore 3.30 di ogni notte ….vi sembra normale😞? E mio figlio viene nel lettone, e, dramma, sua sorella lo ha capito.

Morale: vuole venirci anche lei e noi stiamo cercando disperatamente delle prolunghe per il letto matrimoniale.

Ode alla mamma imperfetta
Ode alla mamma imperfetta

Svezzamento: dopo sei mesi ho capito che “omogeneizzato non sarà figo,  ma comodo di sicuro!”

E allora,  cara mamma so tutto io, son brava solo io , ti dico che io ho capito così che alla perfezione non son portata.

A suon di delusioni ho capito che altro che perfezione , avrei fatto una fatica boia a fare la mamma,  anche per le cose che sarebbero dovute essere così naturali.

E non avrò certamente dei figli perfetti.

Non  so gestire la rabbia e mi inca…volo da matti quando i nani fanno i capricci e mi ignorano (perché “non mi ascoltano” non rende l’idea).

A volte la mattina quando sono in macchina dopo averli accompagnati penso “meno male , ora mi riposo”.

E spesso mi sento in colpa perché non riesco ad andarli a portare o prendere a scuola, ma devo lavorare.

E certe sere vorrei farmi la doccia, andare a letto alle 20 e svegliarmi la mattina dopo senza interruzioni.

E a volte esco da sola con mio marito per avere il tempo di fare quattro chiacchiere in santa pace (vi ricordate Amore tra cuore e cervello?  )

E allora cara mamma perfetta, non star lì a perdere il tuo tempo guardando ogni mio difetto ed ogni mio errore.

E sai perché?

Perchè io la mia imperfezione la conosco e la riconosco. Ma Nonostante ciò di una cosa sono sicura…sono una mamma imperfetta ma felice.

Ode alla mamma imperfetta
Ode alla mamma imperfetta

#mammaimperfettaeavoltedistratta. ..ve lo avevo detto😉!

Ilaria  ▪ viaggidamamme ▪

0 Comments

Leave a comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.