Come visitare le Cinque Terre con i bambini

Posted on

Come visitare le Cinque Terre: occasione da prendere al volo

Durante la nostra vacanza a Levanto, raccontata in questo post, una tappa irrinunciabile tra le diverse fatte, è stata la gita alle Cinque Terre Liguria. Nel corso dei miei trentasei anni non le avevo mai visitate. Quindi, grazie al nostro soggiorno nella Riviera Spezzina, era giunto il momento di farlo. A maggior ragione dato che erano, per noi tutti, giorni di break! Potevamo affrontare i ritmi delle giornate con più calma e poter vedere tutto quello che ci piaceva con la massima tranquillità.

Come visitare le Cinque Terre con i bambini - panorama dalla torre, Vernazza -
Come visitare le Cinque Terre con i bambini – panorama dalla torre, Vernazza –

Insomma non potevo farmi scappare un’occasione così! Ci tenevo a farle conoscere da tempo anche a Simone ed Andrea, sicura che per quest’ultimo, sarebbe stata una splendida avventura. Con il bimbo piccolo ho sempre temporeggiato ora, più grandicello, non c’era più nessun freno.

Le Cinque Terre con i bambini: come visitare

Di sicuro Le Cinque Terre non sono una destinazione facile da gestire per chi ha bambini ancora piccini. E per piccini intendo chi è ancora munito di passeggino. Se non avete ancora visto quest’angolo di paradiso prima d’ora, vi garantisco che è molto difficoltoso (non impossibile sia chiaro) affrontare le salite e i moltissimi gradini che le contraddistinguono. Calcolate che è come trovarsi in montagna. Si sale e si scende di continuo, gradini a non finire! Ma non fatevi intimorire sarà un pochino più faticoso ma ne vale davvero la pena, le Cinque Terre sono davvero uniche sia per i panorami che vedrete sia per il mood in cui vi troverete… vi sembrerà di ammirare dei bellissimi quadri dal vivo! Non vi resta che munirvi di fascia o marsupio, caricare il vostro bimbo, e andare alla scoperta di questi splendidi luoghi.

Come dico sempre, e ve l’ho scritto in questo post tempo fa, il mio modo di vivere i viaggi da quando sono mamma è cambiato. Il bello di viaggiare con i bambini sta proprio nell’adattarsi!

Come visitare le Cinque Terre in treno

Come visitare le Cinque Terre con i bambini - panorama dalla torre, Vernazza -
Come visitare le Cinque Terre con i bambini – stazione ferroviaria di Manarola-

La nostra base di partenza è stata Levanto e ve la consiglio vivamente. Splendido paesino composto da carrugi, piazzette, e negozi di ogni tipo. È un paese dotato di stazione ferroviaria infatti da qui parte il treno Cinque Terre Express, rapido e frequente, con la tratta Levanto – La Spezia e viceversa. È di sicuro il modo migliore per poter visitare le Cinque Terre. Oltre al treno un altro mezzo di trasporto utilizzato è il traghetto che parte dal pontile in legno dello Scoglio della Pietra di Levanto.

A disposizione per i turisti c’è la Cinque Terre Card. Se avete intenzione di trascorrere qui una giornata non vi resta che approfittare della tessera. I bambini sotto i quattro anni non pagano, Andrea di cinque ha pagato 10 euro, e per adulto costa 16 euro. Una valida iniziativa che vi permetterà di avere accesso ai percorsi, ai sentieri del parco, prendere quanti treni, traghetti e bus vogliate. Tutto in modo illimitato.

La Card l’abbiamo fatta direttamente all’ufficio del turismo della stazione ferroviaria evitando le code sia allo sportello che alle macchinette. Erano affollatissimi!

Parcheggiare alle Cinque Terre

Non vi siete chiesti perchè non vi ho nominato l’auto come mezzo di spostamento? Al di là che i treni e il restante dei mezzi di trasporto appena sopra citati sono davvero efficienti, il fatto è che in questa zona della Liguria è davvero difficile trovare parcheggio! Sono molto rari e i pochi risevati ai residenti!

Se decidete di partire dalla stazione di Levanto, come abbiamo fatto noi, potrete lasciare l’auto al relativo parcheggio oppure se non trovate posto provate con il parcheggio, nelle vie limitrofe oppure in Piazza del Popolo. È un pò più distante, si trova in centro, dista 15 minuti a piedi dalla stazione. Mettiamola così, avrete modo di attraversare il paese e vederlo nel frattempo 😊.

Uffici del turismo alle Cinque Terre: Info Point

Con entusiasmo posso dire che gli addetti che lavorano agli info point sono stati gentilissimi e mi hanno dato dritte molto interessanti sui percorsi da fare con i bambini piccoli in modo particolare a Levanto. Sia l’ufficio del turismo in Piazza Cavour, sia quello presente alla stazione ferroviaria. Oltre a mappe e itinerari vi forniranno anche gli orari dei treni.

Cosa vedere alle Cinque Terre

Le Cinque Terre sono poste all’estremo levante della Riviera Ligure e si suddividono in cinque borghi nascosti in piccole insenature o aggrappati alle rocce a picco sul mare. Riomaggiore, Manarola, Corniglia, Vernazza, Monterosso e il loro mare fanno parte del Parco Nazionale delle Cinque Terre. L’UNESCO le ha dichiarate patrimonio dell’umanità.

Come visitare le Cinque Terre con i bambini - Vernazza, foto di Elisabetta freesoulontheroad.blogspot.it
Come visitare le Cinque Terre con i bambini – Vernazza, foto di Elisabetta freesoulontheroad.blogspot.it

Noi abbiamo iniziato la nostra visita dal borgo più lontano da Levanto, Riomaggiore. Una volta terminata riprendevamo il treno diretti alla fermata del prossimo paesino riavvicinandoci verso casa. Calcolate che, tra un borgo e l’altro, ci sono due o tre minuti di treno!

Riomaggiore

Come visitare le Cinque Terre con i bambini - Riomaggiore -
Come visitare le Cinque Terre con i bambini – Riomaggiore –

Dalla stazione potete imboccare il tunnel in direzione Piazza Del Vignaiolo e da qui salite verso l’oratorio San Rocco e la Chiesa di San Giovanni Battista, del 1340. Dalla Chiesa potete proseguire verso il Castello di forma quadrangolare.

Il borgo prende il nome da uno dei due torrenti, il più grande che lo attraversa. Per raggiungere il porticciolo dovete invece scendere e fare alcune scale. Vedrete un panorama caratteristico.

Manarola

Come visitare le Cinque Terre con i bambini - Manarola -
Come visitare le Cinque Terre con i bambini – Manarola –

 

Sempre dalla stazione dovrete percorrete un tunnel che vi condurrà in Piazza Dario Capellini. Se da qui decidete di salire andrete in direzione Chiesa di San Lorenzo. Durante la salita vi renderete conto di come sono le colture a terrazzamento, vedrete le colline coltivate a vite. Di fronte alla chiesa di San Lorenzo c’è la Torre Campanaria del ‘300 utilizzata come torre d’avvistamento e difesa.
Manarola è un borgo medioevale arroccato su uno sperone e ve ne renderete conto dirigendovi verso il mare. Qui noterete un baluardo a picco sul mare, una costruzione semicircolare del ‘500.

 

Come visitare le Cinque Terre con i bambini - Manarola, colture a terrazzamento -
Come visitare le Cinque Terre con i bambini – Manarola, colture a terrazzamento –

 

Corniglia

Come visitare le Cinque Terre con i bambini - Corniglia, foto di Elisabetta freesoulontheroad.blogspot.it
Come visitare le Cinque Terre con i bambini – Corniglia, foto di Elisabetta freesoulontheroad.blogspot.it

Il paese si trova su una scogliera e dalla stazione ferroviaria sono due i modi per raggiungerlo. O tramite servizio bus (il biglietto è già compreso nella CinqueTerre Card), in cinque minuti vi condurrà alla piazzetta, oppure a piedi percorrendo ben 365 gradini. Noi, stanchi, abbiamo optato per il bus 😊 che passa ogni 10 minuti. Arrivati su in cima dovrete addentrarvi nei carrugi di Corniglia. La strada vi condurrà alla piazza principale del paese, Largo Teragio, dove troverete l’oratorio di S. Caterina. Una chiesa di origine settecentesca. Non perdetevi quel che resta delle fortificazioni di Corniglia. Da qui si gode di un panorama mozzafiato e ci si rende conto della bellezza dei colori del mare ligure.

Come visitare le Cinque Terre con i bambini - vista mare da Corniglia-
Come visitare le Cinque Terre con i bambini – vista mare da Corniglia-

Vernazza

È un mix di carrugi e ripide scalinate. Il tutto confluisce, come punto d’incontro, nella piazzetta sul mare luogo centrale della vita del paese. Qui troverete la Chiesa di Santa Margherita di Antiochia con le fondamenta nel mare, il castello e la sua torre cilindrica dalla quale la vista è impagabile. Vale la pena salirci per ammirare Vernazza dall’alto. Per chi è munito di passeggino purtroppo non riuscirà ad arrivarci. Meglio godersi un buon gelato (provate alla gelateria Al Porticciolo non ho mai mangiato un gelato al limone così buono) nella piazzetta davanti al porto.

Come visitare le Cinque Terre con i bambini - Vernazza, foto di Elisabetta freesoulontheroad.blogspot.it
Come visitare le Cinque Terre con i bambini – Vernazza, foto di Elisabetta freesoulontheroad.blogspot.it

Monterosso

È stato l’ultimo paese che abbiamo visitato. Con la sua spiaggia e il borgo antico è meta balneare e culturale. Lunga passeggiata lungomare dalla quale potrete godere di bellissimi tramonti. Qui ci siamo riposati in spiaggia, composta principalmente da ghiaietta, facendo a gara a chi trovava il sasso più grosso. Se vi rimangono ancora le forze visitate la Torre Aurora, la Chiesa di San Giovanni Battista e il Convento dei Cappuccini e San Francesco.

Come visitare le Cinque Terre con i bambini - Spiaggia di Monterosso-
Come visitare le Cinque Terre con i bambini – Spiaggia di Monterosso-

Le Cinque Terre: i sentieri

Chi non ha mai sentito il nome Sentiero dell’Amore? Non parlo di una telenovelas ma bensì di una meravigliosa passeggiata che collega Riomaggiore a Manarola scavata nelle pareti rocciose a due passi dalle onde. Purtroppo dopo la frana di qualche anno fa non è ancora agibile. Ce ne sono diversi di sentieri che attraversano il Parco delle Cinque Terre. All’info Point potranno darvi tutte le informazioni che desiderate.

Come visitare le Cinque Terre con i bambini - Riomaggiore -
Come visitare le Cinque Terre con i bambini – Riomaggiore –

Cosa vedere nei dintorni

La Liguria è bella da esplorare in ogni mese dell’anno. Vi posso suggerire un consiglio ulteriore se siete diretti in questa regione? Non mancate di visitare Genova e il suo Acquario divertimento assicurato con i bambini. Levanto, Bonassola e Framura qui la nostra ultima esperienza. Loano nella Riviera di Ponente con il suo bellissimo litorale e passeggiata lungomare. Non dimentichiamo le Grotte di Toirano, un’escursione culturalmente interessante e affascinante per i bambini. Lerici poi è molto vicina e merita una gita in giornata (ecco qui la nostra esperienza di un giorno) oppure una bella vacanza al mare.

Dove dormire alle Cinque Terre

Come vi ho già accennato in questo post noi abbiamo soggiornato a Levanto nell’appartamento Casa Vacanze San Giacomo. Però per poter visitare le Cinque Terre fate riferimento come punto di partenza e vostra base, anche a La Spezia. Sulla tratta Levanto La spezia potrete trovare hotel, B&b e appartamenti. Non avete che da scegliere la vostra soluzione più idonea.

Le Cinque Terre viste da noi

Come visitare le Cinque Terre con i bambini - Vernazza -
Come visitare le Cinque Terre con i bambini – Vernazza –

Le Cinque Terre, perle incastonate nelle colline liguri, sono davvero luoghi che non ci si stanca di visitare.

È da poco che siamo tornati a casa e la mia mente divaga spesso riportandomi là con i ricordi. Per noi era la prima volta da queste parti.

È rimasto impresso nei nostri occhi il colore delle case variopinte, le barche dei pescatori ormeggiate sulla spiaggia coperte da teli a righe, il color giallo vivo dei limoni sugli alberi e il profumo intenso delle arance appena colte nel giardino del nostro alloggio. Tutto questo ci ha inebriato ed entusiasmato, sicuri che torneremo presto in questo territorio magnifico.

 

Ringrazio, per alcune foto, Elisabetta del blog freesoulontheroad.blogspot.it

Irene ▪ viaggi da mamme ▪

0 Comments

Leave a comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.