Festa dei Remigini: si diventa grandi!

Posted on
Festa dei Remigini : si diventa grandi!

Venerdì scorso è stato un giorno speciale, almeno per noi.

Uno dei tanti giorni speciali di questa avventura da mamma: la festa dei Remigini di Nicolò.

Per chi non lo sapesse,  oggi si chiamano così i bambini di 5 anni prossimi a terminare la scuola dell’infanzia ed iniziare la scuola primaria. L’origine del nome deriva dal fatto che un tempo chiamavano così i bambini che iniziavano la scuola dopo l’estate, esattamente il primo ottobre, San Remigio, per l’appunto.

Festa dei Remigini : si diventa grandi!
Festa dei Remigini : si diventa grandi!

Ad alcune di voi potrà suonare banale,  e forse un po’ stucchevole, ma sembra ieri il primo giorno di asilo di  Nicolò. Tenero, con il suo zainetto in spalla, emozionato e incredulo del fatto che stava diventando grande anche lui. Più emozionati ed increduli noi, mamma e papà.

Quante emozioni in questi tre anni.

Per lui e per noi.

Nuovi amici e amiche, nuove avventure, nuovi capricci, i primi disegni,  i lavoretti, le poesie, le gite, le feste della scuola, i colloqui con le insegnanti.

E ora eccoci arrivati alla fine di questo capitolo.

Sulle note di “Per te” di Jovanotti tutti i bambini entrano in fila, mano nella mano con i loro compagni. Fino ad oggi questa canzone aveva un posto speciale per me e Fabio, venerdì si è aggiunta un’occasione da ricordare in più a questa colonna sonora.

Comincia lo spettacolo! Tutti emozionati e alla ricerca dello sguardo rassicurante della mamma, del papà e dei nonni. Orgogliosi  ritirano il loro diplomi con tanto di tocco. Ora si sentono grandi, seppure impauriti, ma  guardano avanti !

Sono ancora piccoli, ma certamente meno di quando questa avventura è iniziata, solo tre anni fa.

Festa dei Remigini : si diventa grandi!
Festa dei Remigini : si diventa grandi!

Noi mamme invece ce ne stiamo lì, emozionate e felici a goderci questo spettacolo: i nostri figli. Ci spostiamo di qua e di là per vedere il nostro bambino tra le teste degli altri genitori (non sapete che fatica sia per me che sono nanetta ) per non perderci niente di questa festa. Li guardiamo con gli occhi pieni di lacrime per l’emozione cantare , ballare, ritirare il diploma e abbracciare le maestre che in questi tre anni li hanno accompagnati ad un traguardo che in realtà è un nuovo punto di partenza. Li guardiamo e  pensiamo a quanto è cambiato in questi tre anni.

Siamo pronte, sicuramente meno di loro a voltare questa pagina.

Siamo pronte, ma sicuramente meno di loro a lasciargli la mano e a camminargli accanto lasciandoli andare più un po’ più lontano da noi.

Una giornata ricca di emozioni che ci hanno riempito il cuore.

Un grosso in bocca al lupo, quindi,  al mio piccolo remigino e ai suoi amici, e un in bocca al lupo, altrettanto grosso, alle mamme che come me si ritrovano emozionate a vivere questo prezioso momento di crescita dei propri figli. Fotografate le emozioni, la magia e il ricordo di questa giornata, perché sembra la fine di un ciclo ma in realtà è l’inizio di una nuova e sorprendente avventura.

 

Ilaria ▪ viaggidamamme ▪

0 Comments

Leave a comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.