Cosa vedere alla Baia di Portonovo nella Riviera del Conero

Posted on

Baia di Portonovo: cosa vedere con i bambini tra natura, spiagge e mare del Conero.

La Baia di Portonovo è immersa nel verde del Parco del Conero, famosa per la natura incontaminata, la bellezza delle sue spiagge e il turchese del mare. Oggi voglio raccontarvi di Portonovo e descrivervi il mare del Conero della zona. Abbiamo avuto modo di vivere quest’esperienza con i bambini la scorsa estate.

In questa cornice meravigliosa, non potrete fare a meno di notare l’unico rilievo a ridosso della costiera adriatica (il Monte Conero). Capirete così perché viene anche definita Baia Verde. Il colore verde dei fitti pini della Baia del Conero sembrano tuffarsi nel mare tanto sono vicini alla costa.

Potrete ammirare questo panorama fermandovi allo spiazzo di una curva, una delle tante che conducono alla piazzetta di Portonovo. Rimarrete affascinati dalla bellezza del luogo. Vedrete con i vostri occhi la macchia mediterranea che tocca le limpide acque cristalline del mare.

Baia di Portonovo
Vista sulla Baia di Portonovo dal belvedere

Sicuramente questa baia è conosciuta per le splendide spiagge di Portonovo (prendete nota nel prossimo paragrafo) ma sono diverse le attività che si possono fare oltre al mare (passeggiate nella natura, trekking, andare alla scoperta di chiese, dell’arte e della storia). In questo post vi racconterò per bene tutto. Ecco cosa vedere alla Baia di Portonovo.

Portonovo spiagge

La Baia di Portonovo si è originata a seguito di una frana staccata dal Monte Conero nella zona chiamata, in tempi antichi, Pian Grande. La riva brilla grazie ai ciottoli di roccia caduta franati dal monte stesso e sono continuamente levigati dalle onde del mare.

Vi garantisco che in questa baia del Conero vi troverete in una vera e propria oasi fatta di colori che variano dal blu cobalto al verde salvia. Sarete circondati da acque cristalline panorami mozzafiato! Eccovi le spiagge più belle delle Marche.

Spiagge Portonovo

Dalla piazzetta di Portonovo potrete esplorare due lati della baia. Noi alla mattina abbiamo imboccato la strada a destra e, percorrendo un sentiero sterrato non idoneo a passeggini, siamo giunti a Spiaggia Bonetti. Spiaggia di ciottoli molto grandi (dotatevi di ciabattine sia per camminare sia per entrare in mare) con una zona attrezzata e una zona libera. Il mare è di color azzurro e l’acqua è molto limpida.

spiaggia Bonetti
Stradello che conduce a Spiaggia Bonetti
spiagge Portonovo
Spiaggia Bonetti

Nel primo pomeriggio invece, con una breve passeggiata, ci siamo spostati imboccando la strada a sinistra della piazzetta di Portonovo. Abbiamo così raggiunto il lato del Molo con una breve passeggiata dove invece i colori del mare mutano al color verde.

Entrambi i versanti della baia sono dotati sia di stabilimenti balneari che di un’area libera per i turisti, chioschi e ristoranti. Si raggiungono senza fatica e sono sempre molto affollati.

baia del Conero
Spiaggia di Portonovo lato del Molo

Spiaggia di Mezzavalle

Portonovo di Ancona può essere raggiunto attraversando una campagna fatta di dolci colline e campi coltivati. Non appena si lascia la strada provinciale del Conero proprio alla piccola rotonda che porta alla baia, una vista mozzafiato catturerà immediatamente i vostri occhi. Da qui ammirerete oltre alla baia anche la spiaggia di Mezzavalle e il Monte Conero (600 mt). Per avere maggiori informazioni vi consiglio di leggere questo post dove troverete le più belle spiagge del Conero.

Portonovo Marche
Spiaggia di Mezzavalle

Spiaggia La Vela

Le grandi pietre di questa spiaggia, raggiungibile percorrendo il sentiero che parte dietro alla Chiesa di Santa Maria, non sono l’ideale per prendere il sole. Davanti si trova uno scoglio a forma di vela dal quale ci si può tuffare.

Portonovo Conero
Spiaggia La Vela

Spiaggia del Trave

La spiaggia del Trave si trova più a Nord della spiaggia di Mezzavalle. Ha una conformazione molto particolare e il nome della spiaggia è dovuto ad una roccia a pelo d’acqua lunga 1 chilometro che parte dalla riva. Per raggiungerla bisogna percorrere uno stradello, un sentiero molto ripido, e dopo 45 minuti arriverete alla spiaggia.

Baia di Portonovo: cosa vedere oltre al mare

Come vi accennavo nel primo paragrafo la Baia di Portonovo non è solo mare, sole e relax. In questa zona si fondono insieme natura, arte, storia e sport. Un mix eccezionale per una vacanza indimenticabile.

Tutte queste caratteristiche rendono questo posto magico e unico. Oltre alla natura selvaggia verrete sorpresi anche da un aspetto culturale imprevisto e poco conosciuto. Questo è quello che è successo a noi. Non ci saremmo mai aspettati di trovare tutto ciò.

Portonovo
Lago Grande, Baia di Portonovo

Santa Maria di Portonovo

La chiesa di Santa Maria di Portonovo è uno dei migliori esempi di arte romanica nella regione Marche. È risalente al 1034 ed è composta da cinque navate con una cupola ottagonale d’ispirazione bizantina. Il pavimento al suo interno è in cotto rosso mentre le mura strutturali sono in pietra bianca. La posizione a picco sul mare fa risaltare ancor di più la sua bellezza e i colori contrastanti (il turchese del mare, il bianco delle pietre e il verde della macchia mediterranea).

Originariamente era collocata accanto ad un monastero benedettino distrutto nel 1500 da un’invasione turca. La chiesa ne uscì illesa e venne restaurata negli anni ’80.

Fortino napoleonico Monte Conero

Il Fortino Napoleonico fu costruito intorno al 1810 per volere di Napoleone Bonaparte con la funzione di proteggere il lato meridionale di Ancona. Era un sistema continentale di blocco contro i nemici britannici, per impedire loro di commerciare nel Mar Adriatico.

Ristrutturato negli anni ’60 oggi è sede di una struttura alberghiera molto elegante della baia.

Torre di guardia o Torre De Bosis

La Torre di guardia, detta anche Torre De Bosis, fu costruita per ordine di Papa Clemente XI a scopo difensivo. Fu acquistata verso la fine dell’Ottocento dal poeta Adolfo De Bosis. Oggi ha sede un’associazione culturale.

Dalla terrazza della torre un tempo le sentinelle potevano vedere l’intero tratto di mare che va dalla baia di Portonovo alla scogliera della spiaggia delle Due Sorelle.

Portonovo spiaggia della torre
Torre di guardia o Torre De Bosis

Il Lago Grande e il Lago Profondo

Il Lago Grande si trova dalla parte del Molo mentre il Lago Profondo si trova a lato della strada che porta all chiesa Santa Maria di Portonovo. Sui due specchi lacustri, inseriti in questa riserva naturale, aleggiano diverse leggende.

Porto novo
Lago profondo

In questi due specchi salmastri trovano rifugio diverse specie di animali (papere, gallinelle d’acqua, tartarughe), ma anche molti uccelli. Sono due aree sono perfette per chi ama il birdwatching.

Portonovo Ancona
Lago Grande

Chiesa di Santa Lucia al Poggio e Museo delle Arti e dei Mestieri

La chiesa di Santa Lucia si trova nella frazione di Poggio di Ancona sopra la Baia di Portonovo. Ha origini medievali ma al giorno d’oggi, al suo interno, si trovano raccolte di oggetti della tradizione e della vita di campagna.

Gli sport praticati nella baia ed entroterra

Diverse sono le cose da fare a Portonovo soprattutto per chi ama lo sport a contatto con la natura.  C’è l’imbarazzo della scelta. Tra gli sport acquatici potrete provare windsurf, kitesurf e surf (grazie allo Scirocco che soffia a Portonovo), si possono noleggiare canoe, gommoni e pedalò oppure fare immersioni e snorkeling.

E poi sentieri di scoperta all’interno del Parco del Conero da percorrere a piedi, facendo semplici passeggiate, in bicicletta o compiendo trekking più complessi. Anche escursioni a cavallo! Molti maneggi sono presenti in zona.

Cosa mangiare nella Baia di Portonovo

Se venite in vacanza nel Conero vi renderete conto da subito che il cibo portato in tavola è ottimo. Nelle Marche si mangia un gran bene. In modo particolare il pescato dell’Adriatico è uno dei più famosi in Italia. Dal mosciolo (tipo di cozza pescata solo in una zona di Porto novo di Ancona) allo stoccafisso, a sapori più delicati di canocchie e merluzzo. Potrete scegliere ciò che preferite di più.

Immancabili una carbonara di mare, una frittura mista di pesce dell’Adriatico o un’orata al cartoccio.

Portonovo come arrivare

Se quanto vi ho raccontato vi ha entusiasmato prendete appunti su come arrivare a Portonovo. Innanzitutto Portonovo dista meno di 15 km da Ancona. È possibile giungervi sia con i mezzi pubblici che con i mezzi propri. Il consiglio che vi do è di non parcheggiare nei parking a ridosso delle spiagge perché sono piuttosto cari e spesso pieni, ma piuttosto di lasciare la vostra auto al parcheggio scambiatore.

Lo troverete alla rotatoria prima di iniziare a percorrere la discesa e le molte curve che vi condurranno alla Baia di Portonovo. Dal parcheggio parte un bus navetta ogni venti minuti il quale vi condurrà alla piazzetta di Portonovo. Pagherete in base alle ore di sosta.

Conero Portonovo
Lago Grande

Una volta giunti alla piazzetta potrete decidere che parte della baia esplorare. Se seguirete la strada a destra andrete verso la Capannina e il Lago Profondo, se imboccherete quella di sinistra vi condurrà al Molo e al Lago Grande.

Portonovo Marche: il nostro parere

Durante le vacanze al mare dell’estate scorsa abbiamo avuto modo di esplorare le spiagge più belle delle Marche, in particolare quelle del Conero. La zona di Portonovo ci è piaciuta davvero molto ed è questo il motivo per cui ve l’ho descritta.

Sono convinta che se organizzerete le prossime vacanze nel Conero, la Baia di Portonovo sarà una delle tappe indiscutibili del vostro itinerario. Scommettiamo? Se vi ha meravigliato, scrivetelo nei commenti!

Irene ▪ viaggi da mamme ▪

0 Comments

Leave a comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.