Libreria soggiorno: quale scegliere?

Posted on

 

Libreria soggiorno: tutti ce l’hanno?

Per chi ama i libri come me e adora sentirne il profumo della carta mentre li si sfoglia è inconcepibile non avere una libreria in soggiorno dove poterli riporre, consultare e ammirare. Certo con l’avvento della tecnologia e attualmente nell’era dell’e-book si sta perdendo un pochino questa usanza.

Comunque ad essere sinceri mi sembra molto difficile che oggigiorno non si abbia una libreria in casa. Possono essere piccole o grandi, classiche o librerie moderne (come piacciono a me) ma tutti ne hanno almeno una.

Libreria soggiorno: quale scegliere?-foto fonte Pinterest-
Libreria soggiorno: quale scegliere? -foto fonte Pinterest-

L’ispirazione per scrivere questo articolo me l’hanno data dei carissimi amici che ho seguito passo passo nella realizzazione del loro nuovo arredo del soggiorno. In questo caso la progettazione è stata in senso opposto: avevano una grossa libreria, imponente a livello di finiture, che abbiamo rimodulato accorciandone la dimensione, alleggerendo così il risultato finale, e modificato la scelta dei materiali.

Da Interior Designer vi dico una cosa: sapete che la libreria può essere usata anche per altri utilizzi e non solo per alloggiare i libri? Ed esistono in commercio molti modelli prodotti con diversi materiali e adatti a tutti i tipi di ambienti?

Ma procediamo con ordine. Ora vi spiego qualcosa in merito sulla libreria in soggiorno.

Libreria soggiorno: bella e funzionale

Come vi accennavo nel paragrafo precedente c’è chi riempie in modo totalitario la libreria di libri e chi invece alterna libri a cornici con foto ed oggettistica varia. Oppure c’è chi la riempie di particolari oggetti da collezione o ricordi di viaggio. Questo per i vani a giorno, cioè quelli aperti.

Libreria soggiorno: quale scegliere? -foto fonte Pinterest-
Libreria soggiorno: quale scegliere? -foto fonte Pinterest-

Nei vani chiusi da ante ognuno può stipare tutto quello che ritiene non sia necessariamente utile e soprattutto non bello da vedere (documenti, piatti e bicchieri per intenderci il “sevizio buono” etc-etc…)

Di certo la scelta della libreria come arredo per la zona giorno rimane uno tra i passaggi più importanti a mio avviso. Sono del parere che in qualsiasi contesto dovrete inserire la libreria debba essere sì bella ma anche funzionale. Vi ricordate la regola che vi ho accennato in questo post? Ma soprattutto la libreria in soggiorno si deve adattare ai vari stili che durante il corso degli anni inevitabilmente cambieranno tra le vostre quatto mura. Perché anche l’arredo subisce le mode. Lo sapevate?

Libreria soggiorno: i vari modelli

A parete

La libreria tradizionale è a parete composta da fianchi e ripiani. E’ la classica libreria a spalla. Ci si può ricavare l’angolo studio e la zona TV. Nelle proposte d’arredo attuali si predilige inserire la televisione nella stessa profondità della struttura invece la libreria che vedete nell’immagine successiva è una realizzazione di qualche anno fa con ancora la zona TV sporgente.

Libreria soggiorno: quale scegliere?
Libreria soggiorno: quale scegliere?

In cartongesso

Questa libreria è quella che adoro più di tutte. Avessi spazio la farei anche a casa mia. Quando con un cliente la si progetta insieme, il risultato finale mi dà sempre delle soddisfazioni ulteriori rispetto ai programmi abbastanza schematici della libreria a spalla.

La libreria in cartongesso la si può realizzare come meglio piace. Si possono scegliere forme, colori, un eventuale illuminazione led o faretti da inserire. Praticamente come si vuole.

Libreria soggiorno: quale scegliere? foto fonte Pinterest
Libreria soggiorno: quale scegliere? foto fonte Pinterest

Divisoria bi-facciale

La libreria divisoria bi-facciale serve per separare due ambienti o quantomeno dare la sensazione di dividerli senza togliere luminosità alla stanza. Composta sempre da fianchi e ripiani.

Libreria soggiorno: quale scegliere? foto fonte Pinterest
Libreria soggiorno: quale scegliere? foto fonte Pinterest

In modo particolare si adotta quando in un ambiente entra poca luce naturale. La libreria bi-facciale ne permette il passaggio.

A ponte

Quando i metri quadri della propria abitazione non sono chissà che ci si ritrova a dover recuperare lo spazio ovunque. In questo caso con la libreria a ponte si sfrutta tutto il possibile: dallo spazio sopra la porta, a quello sopra una finestra o con le composizioni a parete.

Libreria soggiorno: quale scegliere? -foto fonte Pinterest
Libreria soggiorno: quale scegliere? -foto fonte Pinterest
Libreria soggiorno: quale scegliere? -foto fonte Pinterest
Libreria soggiorno: quale scegliere? -foto fonte Pinterest

Libreria scala

Più che una libreria questo è un complemento d’arredo. Una libreria in soggiorno piccola. Ma darà un tocco originale al vostro soggiorno.

Libreria soggiorno: quale scegliere? Foto fonte Pinterest
Libreria soggiorno: quale scegliere? Foto fonte Pinterest

Libreria soggiorno: le misure

Solitamente tutte le aziende che producono la zona giorno, cioè librerie e mobili TV, hanno larghezze modulari che ben si adattano ad ogni parete. Hanno anche diverse altezze così da poter scegliere lo sviluppo verticale della libreria in modo proporzionato in base alla quota del plafone. Infatti per quanto riguarda la libreria a spalla (cos’è ve l’ho spiegato prima) le dimensioni sono più o meno simili per molti produttori. Idem per la profondità.

Libreria soggiorno: quale scegliere? foto fonte Pinterest
Libreria soggiorno: quale scegliere? foto fonte Pinterest

Larghezza

Se dovete riporre molti libri i moduli consigliati sono quelli di dimensioni più contenute cioè da 45 o 60 cm. Meno soggetti ai carichi di flessione. Invece sui ripiani da 90 o 120 cm vi consiglio di mettere più oggettistica ed evitate di sovraccaricarli. Molto usati sono anche i vani larghi 30 cm. Oppure campate da 180 cm suddivise in vani più piccoli e di diversa larghezza tramite ripiani verticali.

Altezza

Per quanto riguarda il sistema a spalla la distanza tra i ripiani sono circa 32 / 35 cm. Tenete presente che le spalle della libreria possono avere forature differenti cioè:
-monoforo: foro solo in corrispondenza del ripiano
-n°3 fori detta foratura a grappolo: un foro sopra e uno sotto alla posizione del ripiano scelto
-foratura continua: foratura completa su tutta la spalla. In questo modo si ha la libertà massima di scegliere dove posizionare il ripiano ma, dal mio punto di vista, non è bellissimo vedere i restanti fori. Fatevi consegnare dal vostro rivenditore anche i tappi copriforo.
Per le altezze invece la maggior parte delle aziende producono dimensioni standard. Oltre ad eseguire tagli su misura per esigenze progettuali particolari o librerie mansardate.

Profondità

Le librerie a fianco portante hanno generalmente una doppia profondità: 35 cm o 45 cm. Possono anche avere corpi sporgenti di profondità 45 cm, tipo elementi pensili inseriti tra i fianchi. Oppure basi sporgenti di 45 o 60 cm, inserite sotto il vano ponte, utilizzate maggiormente per l’appoggio della TV.
A mio parere è una linea sorpassata quella della TV su basi sporgenti. Molto più bella è invece avere una libreria con la zona televisione sviluppata su un’unica profondità di 35 o 45 cm.

Libreria soggiorno: il mio parere

Quello che consiglio sempre alla maggior parte dei miei clienti è di valutare molto bene le finiture scelte (cioè i colori laccati o i legni). Di non farsi travolgere dall’emozione del momento ma di valutare in modo approfondito.

Libreria soggiorno: quale scegliere?
Libreria soggiorno: quale scegliere?

Se la scelta e l’acquisto della libreria l’affrontate da soli e avete dubbi, prima di commettere un errore, è meglio consultare un addetto al settore in modo che vi consiglierà obiettivamente. Così avrete una valutazione globale del vostro soggiorno non solo la libreria in sé stessa. Tutto deve essere armonioso nell’insieme.

Vedrete, seguite questi consigli e alla fine sarete soddisfatti del vostro acquisto.

Irene ▪ viaggi da mamme ▪

0 Comments

Leave a comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.