Vacanze in montagna con bambini senza rischi: consigli pratici

Posted on

 

Vacanze in montagna con bambini: avventura, divertimento e relax.

Le vacanze in montagna con bambini sono sinonimo di aria pulita, vita rallentata, giochi, sport e passeggiate nel verde a contatto con la natura. Di certo vacanze dove sia i grandi che i piccini non conosceranno il significato della parola noia. Questo è il mio modesto punto di vista rafforzato ancor di più ora, dopo la bellissima recente esperienza in Alpe di Siusi.

Non esistono solo le vacanze al mare con i bambini. La montagna offre molte occasioni di divertimento: andare in malga per vedere come si produce il formaggio, camminare nei boschi percorrendo sentieri tematici creati appositamente per i bambini, scoprire un nuovo parco giochi in quota o un laghetto alpino, scendere da una delle tante piste da bob su rotaia (quest’ultima esperienza l’abbiamo provata in Alta Val Pusteria a San Candido leggete qui) oppure visitare castelli e borghi.

Solitamente la montagna è il luogo ideale per i bambini nel periodo più caldo dell’estate. Il caldo non è afoso di giorno e durante il riposo notturno le temperature sono davvero gradevoli.

Se avete intenzione di trascorrere una vacanza in montagna dovrete, però, seguire delle regole di comportamento. In questo post vi suggerisco come metterle in pratica. Di consigli per vacanze in montagna con bambini ce ne sono. Servono per far sì che tutto prosegua nel migliore dei modi: è necessario informarsi sul percorso da compiere, a cosa fare attenzione mentre si percorrono i sentieri, a cosa far indossare ai bambini e cosa portare nello zaino per ogni evenienza.

Vacanze in montagna con bambini senza rischi: consigli pratici - Compatsch Alpe di Siusi -
Vacanze in montagna con bambini senza rischi: consigli pratici – Compatsch Alpe di Siusi –

Eccovi una personale lista.

Vacanza in montagna con bambini: i nostri consigli per evitare rischi

Quando si sceglie la montagna con bambini come meta di villeggiatura bisogna fare opportune considerazioni su quanto segue per evitare di incappare in rischi sgradevoli.

Informarsi sul percorso

Il primo step che personalmente faccio è studiare il percorso che abbiamo intenzione di esplorare. Mi documento leggendo sul web, blog vari e libri affinchè siano ideali anche per i bambini. L’Info Point di ogni paese che visitiamo è sempre una tappa obbligata prima di cominciare la nostra vacanza. Lì potrete trovare molte informazioni cartacee che fanno al caso.

Molto spesso vengono organizzate camminate in montagna ed escursioni per bambini e famiglie. Se non ve la sentite di esplorare il territorio in autonomia può essere una valida alternativa. I bambini avranno modo di stare in gruppo, di fare amicizia e divertirsi.

Fate attenzione alla durata del percorso, con i bambini meglio stare intorno alle 2 o 3 ore di camminata all’andata (ed è già un buon tempo). Calcolate il ritorno e fate attenzione ai tempi di percorrenza indicati sulla segnaletica dei sentieri. Sono quantificati sull’andamento di un adulto quindi aggiungete sempre 20 o 30 minuti perchè con i bambini si fanno più tappe (ce ne siamo resi conto proprio nella vacanza in Alpe di Siusi)! Ovviamente il mio è un suggerimento, valutate i vostri bambini. Se sono già allenati ed hanno un buon passo potrete spingervi oltre.

Vacanze in montagna con bambini senza rischi: consigli pratici - segnaletica dei sentieri ai Laghetti di Fiè-
Vacanze in montagna con bambini senza rischi: consigli pratici – segnaletica dei sentieri ai Laghetti di Fiè-

Altro consiglio: scegliete percorsi non troppo difficoltosi e che non abbiano forte pendenza. Se consultate delle guide troverete segnalati quelli adatti ai bambini e ai passeggini. Durante le salite fate delle soste in modo da rendere piacevole la vostra escursione. Non fatela vivere ai bambini come una forzatura.

Ad esempio durante le passeggiate in Alto Adige, recentemente in Alpe di Siusi, è stata molto utile la “Guida alle escursioni della Strega Nix” nella quale si citano 10 tour a piedi per grandi e piccini. Questa guida non contiene soltanto consigli escursionistici ma è una vera e propria avventura sportiva per tutta la famiglia. Allegato alla guida troverete un braccialetto sul quale sono raffigurati 10 simboli.

Braccialetto escursionistico
Braccialetto escursionistico

Lungo i percorsi troverete dei checkpoint (un timbrapunto) ognuno collegato ad un simbolo. Con un obliteratrice forerete il braccialetto. Alla fine della vostra vacanza riconsegnerete il braccialetto presso gli Uffici Informazioni dell’Alpe di Siusi e verrà corrisposto un premio e un diploma escursionistico in base alla quantità di simboli raccolti.

Tre simboli, premio bronzo. Cinque simboli, premio argento. Dieci simboli, premio oro.

Vacanze in montagna con bambini senza rischi: consigli pratici -Guida alle escursioni della Strega Nix -
Vacanze in montagna con bambini senza rischi: consigli pratici -Guida alle escursioni della Strega Nix –

Io vi racconto sempre le esperienze della mia famiglia e non andando a camminare in montagna ogni weekend noi siamo di certo poco allenati, ma comunque cinque simboli li abbiamo timbrati. Intrattenendo i bambini durante il tragitto, credetemi, non si accorgeranno nemmeno di arrivare alla meta.

Come intrattenere i bambini durante le escursioni

Come intrattenere i bambini e come coinvolgerli durante l’escursione? Vi racconto i nostri segreti. Ad Andrea la montagna piace molto ma come tutti i bambini dopo aver compiuto un pezzo di tragitto comincia a lamentarsi con le solite domande “Quanto manca?”, “Siamo arrivati?”, “Ho fame”, “Sono stanco mi fanno male le gambe”.

Per evitare le martellanti domande di solito si chiacchiera, si gioca a chi trova un fiore di un particolare colore oppure si raccolgono sassolini di forme svariate.

Vacanza in montagna con bambini: a cosa fare attenzione durante le escursioni

Durante le escursioni bisogna avere 100 occhi con i bambini in montagna. E a volte sono pochi. Purtroppo può capitare che camminando tra i prati con moltissimi tipi di fiori si possa essere punti da un’ape, una vespa o insetti vari quindi portate sempre con voi una crema post puntura.

Vacanze in montagna con bambini senza rischi: consigli pratici - Compatsch, Alpe di Siusi, con lo sfondo dello Sciliar-
Vacanze in montagna con bambini senza rischi: consigli pratici – Compatsch, Alpe di Siusi, con lo sfondo dello Sciliar-

Fate attenzione se i vostri bambini raccolgono nei prati fiori che non si possono cogliere (bucaneve, ciclamino…) o si avvicinano a funghi velenosi.

Altro inconveniente che può accadere in montagna sono le cadute accidentali, sbucciature di ginocchia e slogature delle caviglie.

Vacanza in montagna con bambini: l’abbigliamento ideale

Molto importante è l’abbigliamento da adottare in montagna anche se siamo in estate. Dev’essere curato al dettaglio. Mentre al mare bastano il costume, dei pantaloncini e canotta in montagna non è proprio così.

Solitamente in estate si consiglia di vestire a cipolla. In base alle temperature si sceglie se indossare un pantalone lungo (no jeans!) o corto (quelli da trekking che hanno la zip possono essere un buon compromesso avendo la parte sotto al ginocchio che si può rimuovere, ma a qualcuno potrebbe dar fastidio la cerniera). Sarebbe opportuno scegliere dei pantaloni o shorts realizzati con un tessuto leggero in fibre traspiranti e idrofughe, ideali per asciugare rapidamente in caso di un temporale. Pantaloni elasticizzati, larghi o a tre quarti a voi la scelta in base alla preferenza personale. In aggiunta una maglietta a mezze maniche, felpa o pile a maniche lunghe e cappello.

Le scarpe devono essere rigorosamente da trekking, chiuse, con suola antiscivolo e alte fino alla caviglia per far sì che il piede sia sostenuto correttamente durante l’escursione. In aggiunta avere le scarpe alte fino alla caviglia permette una buona protezione contro vipere e insetti.

Vacanze in montagna con bambini senza rischi: consigli pratici
Vacanze in montagna con bambini senza rischi: consigli pratici

Anche per i più piccini esistono scarpe appropriate.

Questi accorgimenti li adotto anche per i bambini. Tendenzialmente cerco di prediligere abiti chiari per loro in modo che riflettano il sole.

Vacanza in montagna con bambini: cosa avere nello zaino

Quando si va in montagna bisogna essere coscienti che i cambi climatici sono repentini. Noi ad esempio abbiamo trovato durante una giornata a 1850 mt questo meteo in sequenza: nuvoloso, sole, pioggia, grandine e nuovamente sole. Eccovi uno scatto.

Vacanze in montagna con bambini senza rischi: consigli pratici -Rifugio Tirler, Saltria, Alpe di Siusi-
Vacanze in montagna con bambini senza rischi: consigli pratici -Rifugio Tirler, Saltria, Alpe di Siusi-

Se non fossimo stati equipaggiati nel modo corretto ce la saremmo vista brutta. Non tanto per me e Simone che siamo adulti, ma perché in famiglia ci sono anche due bambini, Andrea di 7 anni e Alessandro di 16 mesi.

Nel periodo estivo solitamente portiamo con noi tre zaini. Nel primo, quello di Simone, lo utilizzo per metterci K-Way (o mantelle per la pioggia), ombrellini da borsetta, calze di scorta per tutti, una busta con i vestiti di ricambio per Alessandro e una di Andrea, salviettine umidificanti, pannolini da utilizzare durante l’arco della giornata, creme solari e crema per arrossamento del culetto, il parapioggia del passeggino, cerotti e disinfettante stick.

Vacanze in montagna con bambini senza rischi: consigli pratici
Vacanze in montagna con bambini senza rischi: consigli pratici

Il secondo zaino, il mio, lo utilizzo per lo più per le scorte di cibo. Thermos con le vivande di Alessandro perché siamo nella fase di “mangio come i grandi ma non tutto” e per evitare crisi di pianto mentre siamo in giro lo porto (spero non per molto ancora). Panini, frutta, merenda, il suo bicchiere e tovaglioli.

Andrea invece nel suo zaino ha un plaid per potersi stendere sul prato, salviette disinfettanti, binocolo, bastoncini da trekking, caramelle, snack e qualche piccolo gioco. Ovviamente dei tre è lo zaino più leggero.

Ognuno, nel proprio zaino, ha anche una bottiglia d’acqua, documenti personali, fazzoletti, occhiali da sole per proteggere gli occhi dai raggi UV, una sciarpetta leggera e burrocacao.

Vacanza in montagna con bambini: consigli per chi viaggia con un neonato

Per quanto riguarda i neonati in montagna consiglio sempre di sentire il parere del proprio pediatra che valuterà in base alla salute del vostro piccolo.

Noi ai 3 mesi di Alessandro, durante la nostra prima vacanza in montagna in quattro, avevamo scelto come base dei nostri spostamenti San Candido in Alta Val Pusteria a 1180 mt. In quei giorni siamo saliti ad un’altezza massima di 1496 mt al Lago di Braies (le altre escursioni erano più basse). Non di più.

Sempre meglio utilizzare l’automobile per salire in quota invece degli impianti di risalita (cabinovia, funivia, seggiovia sono da utilizzare facendo delle tappe) perché si ha un cambio di altitudine più dolce e non repentino. Un brusco cambio di quota può provocare nei neonati in montagna il cosiddetto orecchio tappato. Per evitarlo è indicato far succhiare al piccolo il ciuccio oppure farlo bere dal biberon. Ai più grandicelli basterà sbadigliare o deglutire per ovviare al problema.

Quindi se per i neonati e i piccoli è consigliabile stare sotto i 1500 mt, dai 2/3 anni in su si possono superare i 2000 mt e pian piano che i bambini cresceranno con l’età salire ancor di più.

Ricordate però che più si sale in altezza minor ossigeno è presente nell’aria e ciò potrebbe causare delle difficoltà respiratorie in un bambino.

Vacanza in montagna con bambini: il mio parere

La vacanza in montagna con bambini è un’esperienza unica, fatta di avventura e divertimento. Consiglio a tutte le famiglie di viverla prima o poi. Io ho riscoperto l’amore per la montagna negli ultimi quattro anni a questa parte, prima per me vacanza era sinonimo di mare. Sempre e solo mare. Ma nella vita si cambia!

Vacanze in montagna con bambini senza rischi: consigli pratici - Sentiero Oswarl Von Wolkenstein
Vacanze in montagna con bambini senza rischi: consigli pratici – Sentiero Oswarl Von Wolkenstein

In questi anni abbiamo esplorato diverse zone del Trentino Alto Adige. Cliccando qui leggerete la prima esperienza e qui la seconda a Folgaria in Alpe Cimbra. Se siete interessati all’ Alta Val Pusteria, a San Candido e ai suoi bellissimi itinerari a misura di bambino, invece cliccate qui. Devo ancora raccontarvi la splendida vacanza in Val di Sole dello scorso anno e la recente in Alpe di Siusi. Non disperate a poco a poco arriveranno tutti i post.

Nel frattempo leggetevi tutti i consigli e fatene tesoro prima di partire per le vostre vacanze in montagna con bambini!

Irene ▪ viaggi da mamme ▪ 

0 Comments

Leave a comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.