Viaggiare con neonati è possibile

Posted on

 

La mia esperienza sul viaggiare con neonati

Ecco che l’argomento ritorna: viaggiare con neonati. Vi ricordate questo post che ho scritto qualche mese fa? Riguardava la mia paura di non riuscire più a viaggiare con un bimbo piccolo al seguito. Ora mi rendo conto che sono state paranoie, giustificate, da donna prossima al parto.

Ero un’Irene piena di ansie e piena di dubbi. Avevo il timore di non riuscire a conciliare la mia passione per i viaggi e l’essere una seconda volta mamma. Insomma mi risultava un pochino difficile accettare di rinunciare alla mia vita di prima. Ormai con Andrea, che ha 6 anni, non ci sono più problemi negli spostamenti da parecchio tempo. Comunque il fatto è che queste sensazioni le ho rivissute ugualmente, nonostante avessi già passato questa esperienza con il primo figlio.

Anzi forse perché proprio con lui è stato un disastro. Andrea non era proprio dell’idea di fare parecchi spostamenti, ne in auto ne con altri mezzi di trasporto, a causa di piccoli problemi di salute che adesso si sono risolti per fortuna (ve l’ho già raccontato molte volte). Quindi abbiamo ripreso a viaggiare dopo un anno dalla sua nascita. E non vi dico la mia sofferenza, per lui e per me.

Certo diventare mamma per una donna è uno stravolgimento emotivo, fatto di tanta gioia. La parola cambiamento sarà all’ordine del giorno con un bimbo piccolo e per chi è abituato a viaggiare spesso dovrà considerare questo aspetto.

Ora che sono passati tre mesi dalla nascita di Alessandro, invece, posso solo ridere di tutte queste mie elucubrazioni mentali. La domanda che mi risuonava maggiormente nella testa era “Cambierà qualcosa dopo la nascita del secondo figlio?”.

Viaggiare con neonati è possibile -Lido di Camaiore-
Viaggiare con neonati è possibile -Lido di Camaiore-

Ad oggi rispondo nulla o quasi. Ora vi spiego il perché.

Viaggiare con neonati: si può eccome

Certo di base ci sta anche una buona dose di fortuna. Io rimango dell’idea che siamo stati graziati. Come si dice, il secondo figlio è l’opposto del primo? Ecco a noi è capitato così. Dopo tanto penare con Andrea, ormai lontani ricordi, sono arrivati la freschezza e i sorrisi contagiosi di Alessandro a tenerci compagnia durante i nostri viaggi.

Dovunque andiamo diventa la mascotte del luogo tanto che qualcuno, sbalordito dal suo comportamento, ci domanda se è un bimbo in carne e ossa oppure un bambolotto.

In tre mesi di vita di Alessandro non mi posso lamentare. Siamo stati, quando aveva un mese e mezzo, dieci giorni in terra toscana. Di base a Viareggio in un appartamento e itineranti visitando Lucca e il Parco di Pinocchio a Collodi . Poi, poco dopo, tre giorni a Bellaria Igea Marina. Oltre ad una piccola gita fuori porta al Lago di Sartirana quando aveva un mese. E in ultimo di periodo, con Alessandro di tre mesi e qualche giorno, in Alta Val Pusteria a San Candido . L’abbiamo girata in lungo e in largo oltrepassando anche il confine andando in Austria. E a cinque mesi abbiamo trascorso bellissimi giorni alla scoperta di Napoli.

Viaggiare con neonati è possibile -spiaggia di Bellaria-
Viaggiare con neonati è possibile -spiaggia di Bellaria-

Non abbiamo ancora preso l’aereo ma ci sarà tempo e luogo adatti anche per questo.

Viaggiare con neonati: consigli pratici

Voi mi direte “Ma viaggiare con neonati comporta partire carichi come dei muli, data la mole di cose che gli serve, e non in tutte le località (soprattutto estere) è così facile reperirle”. Corretta affermazione. Però ci sono tanti accorgimenti. Io sto cercando di migliorarmi sotto questo punto di vista. Ad ogni partenza porterei via la casa, ho sempre paura di dimenticare qualcosa di importante. Guardate un po’.

Viaggiare con neonati è possibile
Viaggiare con neonati è possibile

Di sicuro si potrebbe non mettere in valigia i pannolini, le salviette e i teli cambio. In questo modo si partirebbe decisamente più leggeri e sono sicura che si troverebbero tranquillamente a destinazione.

Per altri consigli pratici vi rimando al post dove vi spiego cosa mettere in valigia di un neonato.

Viaggiare con neonati: il mio parere

Continuerò a sostenere che viaggiare fa bene all’anima e apre la mente, sia ai grandi che ai nostri piccoli di casa. Quando si hanno figli cambia di certo il modo in cui si intraprendono i viaggi. Ripensandoci bene nei nostri spostamenti neanche più di tanto. L’unico aspetto di viaggiare con neonati è che si deve prima tener conto dei loro ritmi.

Viaggiare con neonati è possibile -parco giochi a Lucca-
Viaggiare con neonati è possibile -parco giochi a Lucca-

Secondo me, nei limiti del fattibile, si può far tutto perché ricordatevi che le limitazioni mentali le abbiamo noi adulti non i nostri figli. Alla fine sono neonati e non hanno grosse esigenze. Bastano solo pannolini, latte e coccole! Poi ai bambini per essere felici basta poco, l’importante che stiano con mamma e papà.

Ovviamente non è sempre tutto facile, si dorme sicuramente meno anche in viaggio. Una soluzione che noi abbiamo adottato con Andrea e ora di certo con Alessandro, è cercare di evitare le ore più calde, ma non ci siamo mai messi troppe limitazioni. Un’altra scelta presa maggiormente in considerazione ora che Alessandro è piccino è l’opzione appartamento come base dei nostri spostamenti (qui eravamo a Viareggio). Più libertà di orari, di rientrare quando si vuole dopo una giornata da turisti. E sicuramente un appartamento ha di certo molti metri quadri in più di una camera d’albergo. Ma anche l’ultima esperienza, con Alessandro di tre mesi passata a San Candido in hotel , devo ammettere è andata divinamente.

Quindi non dovete avere paura! Io quando ho rimesso lo zaino in spalla (dopo parecchio tempo la nascita di Andrea come vi accennavo poco fa), ed avevo la cartina da consultare in una mano, nell’altra il passeggino da spingere e accanto a me Simone mi sono sentita la donna più felice del mondo.

Allora siete già corse a preparare la borsa (qui il link su cosa metto nella mia borsa da mamma viaggiatrice) e la valigia (in questo post vi racconto cosa mettere nella valigia dei neonati)?

Irene ▪ viaggi da mamme ▪

0 Comments

Leave a comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.